BENVENUTOPROGRAMMAZIONESCHEDE FILM
BENVENUTO!
SCHEDE FILM
 

Mercoledì 18 ottobre – ore 21,00

IL CINEMA DI JEANNE MOREAU, RICORDO DI UNA STAR

LA SPOSA IN NERO di Francois Truffaut

con Jeanne Moreau, Jean-Claude Briay 

Questa mirabile opera cinematografica si apre con un gesto idiota che provoca la morte di uno sposo sui gradini di una chiesa all’uscita della cerimonia nuziale. Vedova prima ancora di essere stata sposa, rimasto impunito il delitto di cui furono corresponsabili cinque uomini, la donna (una stupenda Jeanne Moreau) trova sollievo nel pensiero della vendetta. Così “La sposa in nero” ricerca e, con pazienza monomaniaca, nel corso degli anni li uccide tutti in una serie di delitti perfetti.

Giovedì 19 ottobre

I NATIVI AMERICANI, UNA STORIA DA NON DIMENTICARE

ore 20,30  Incontro su la storia e la cultura dei nativi americani del Nord America (tribù dei Cheyenne e Kiowa). Intervengono Alberto Coi e Manuela Marchiori dell’associazione “Il cerchio del popolo”.

ore 21,00  SOLDATO BLU di Ralph Nelson

Un film di grande impatto emotivo, uno dei primi film di denuncia sulle atrocità commesse dal popolo americano nei confronti dei pellerossa, segna un punto di svolta nel cinema western, ha fatto epoca per il realismo con cui viene rappresentato l’evento storico del massacro del villaggio Cheyenne di Sand Creek.

Il 29 novembre del 1864, un reparto di 700 cavalleggeri del Colorado Cavalleria, attaccò un pacifico pacifico villaggio Cheyenne a Sand Creek, nel Colorado. Gli indiani sventolarono la bandiera americana e la bandiera bianca in segno di resa. Nonostante questo il reparto attaccò, massacrando 500 indiani; più della metà erano donne e bambini. Oltre 100 furono scotennati, molti corpi furono squartati, molte donne vennero violentate. Il generale Nelson Miles, capo di stato maggiore dell'esercito, così definì questo tremendo episodio: “È forse l'atto più vile ed ingiusto di tutta la storia americana”.

 

Mercoledì 25 ottobre

 I 100 ANNI DELLA RIVOLUZIONE RUSSA 1917-2017

 serata speciale a doppia programmazione

ore 20,30  LA CORAZZATA POTEMKIN  di Sergej M. Ėjzenštejn

Una delle più note e influenti opere della storia del cinema, per i suoi valori tecnici ed estetici, fra i migliori film di propaganda , capolavoro della cinematografia degli anni ’20. Racconta uno dei fatti storici che portarono alla rivoluzione russa.

A seguire: ore 21,30  KOMMUNISTEN  di Jean Marie Straub anteprima - inedito in Italia

Straub ad 82 anni stupisce ancora per il rigore del suo cinema. Il mondo non se la passa bene. Questo nuovo film è una preghiera laica per un’utopia sempre a venire. E’ la forma più compiuta di tutto ciò che è stato il suo cinema.

 

Venerdì 27 ottobre

 CINEMA & NUOVE SOSTENIBILITA’

ore 20,30  Concerto con il TRIO FOLK “VITO E LE ORCHESTRINE” con Vito (cantautore), Susanna (chitarra, voce), Arianna (violino, voce) gli originali musicisti protagonisti del film

A seguire il film:

TRANSUMANZA TOUR  di  Valerio Gnesini
in anteprima esclusiva

Saranno presenti in sala e presenteranno il film il regista Valerio Gnesini ed i musicisti del Trio Folk, Vito, Susanna e Arianna.

Un trio folk che arriva dopo un tour lungo l’Italia, in un percorso musicale e contadino, alla scoperta del wwoofing e delle nuove forme di ruralità 2.0 .

Una pecora disegnata sulla copertina di un disco, pochi soldi e un paese da attraversare per tornare a casa, da Maratea a Genova. Una comunità virtuale mondiale, manifesto di nuovi fenomeni sociali, sospinti e innestati dai temi della decrescita, il ritorno alla terra e ai suoi ritmi naturali. Sei fattorie innovative, aperte e ospitali. Sei tappe di un tour musical-rurale per l’Italia, le sue campagne e le sue genti. L’incrocio di tutto questo è la transumanza: viaggio; incontro di popoli e usanze, locali e globali; l’apprendimento di tecniche e saperi antichi e sempre di più attuali. Ritorno alla terra! Ritornano giovani laureati, famiglie stanche della dittatura del consumismo, disoccupati in cerca di una strada fuori dalla sopravvivenza

Ingresso posto unico (concerto+film): € 8,50 intero, € 7 ridotto tesserati.

 

Mercoledì 8 novembre
TRA CINEMA E STORIA

ore 21,00  LA MARCIA SU ROMA  di Dino Risi

con Vittorio Gassman, Ugo Tognazzi

Sotto la veste tragicomica tipica della commedia all’italiana il film presenta una ricostruzione dell’avvento del fascismo. Al termine della prima guerra mondiale, due ex commilitoni, prima per caso poi per convinzione, militano nelle squadracce fasciste. Stanno per partecipare alla marcia su Roma ma, dopo un tafferuglio, spariscono misteriosamente... Sono ben raffigurati l’opposizione dell’esercito e le responsabilità del re che dà il via libera alla presa del potere di Mussolini, illudendosi che dopo aver eliminato la minaccia dei “sovversivi socialisti”, il regime possa essere in breve tempo sostituito dal ritorno di un governo liberale moderato.

A seguire: il documentario  La marcia su Roma del 1922.

 

Giovedì 9 novembre  
I NATIVI AMERICANI, UNA STORIA DA NON DIMENTICARE

ore 20,30  Incontro su la storia e la cultura dei Sioux, i nativi americani del Nord America (tribù dei Dakota, Lakota e Nakota). Intervengono Alberto Coi e Manuela Marchiori dell’associazione “Il cerchio del popolo”.

ore 21,00  CUORE DI TUONO  di Michael Apted

con Sam Shepard, Val Kilmer, Graham Greene

Da una storia vera un buon thriller che tratta il problema politico degli indiani d’America. Si ispira a John Trudell, un attivista che ha visto la propria famiglia morire nel rogo della sua casa. Tutto si snoda durante le indagini, riguardanti alcuni delitti e svolta da un poliziotto di origine pellerossa. Prenderà coscienza dei problemi della sua gente. La scoperta che dietro c’è la Cia e l’incontro con lo sciamano Ted Thin Elk saranno gli artefici di un profondo cambiamento.

A seguire:  Incidente a Oglala  di Michael Apted

documentario con la voce narrante di Robert Redford

 

Mercoledì 15 novembre 
CINEMA, AMBIENTE & NUOVE SOSTENIBILITA’

Serata Speciale

- ore 21,00  THE LAST PIG  di Allison Argo e Joe Brunette

 in anteprima esclusiva

La regista Allison Argo accompagna un allevatore di maiali durante il suo ultimo anno di macellazione di suini. Mano a mano prende forma una meditazione sulla vita, sulla morte e su cosa significhi essere una creatura senziente con il potere di uccidere. La cura verso gli animali, l'atmosfera bucolica e i ritmi tranquilli della fattoria vengono rotti dai viaggi settimanali verso il mattatoio mentre, attraverso sparse riflessioni intime, il protagonista rivela il crescente conflitto di una vita trascorsa 'smerciando morte' e la profonda lotta interiore per poter reinventare il proprio destino.

Prima del film videopresentazione della regista Argo e dell’allevatore Brunette.

- ore 22,15  COW SPIRACY - il segreto della sostenibilità

di Kip Andersen, Keegan Kuhn e prodotto dal Premio Oscar Leonardo Di Caprio

Secondo Louie Psihoyos, vincitore dell’Oscar e regista del film “The Cove”, “Cowspiracy è il più importante documentario realizzato come ispirazione per salvare il pianeta”, racconta il drammatico impatto della produzione di carne: gli allevamenti intensivi stanno condannando la Terra.

In collaborazione con l’associazione Essere Animali di Brescia.

 

Giovedì 16 novembre  
JEANNE MOREAU, RICORDO DI UNA STAR

ore 21,00  NIKITA  di Luc Besson

con Anne Parillaud, Jean Reno, Philippe Leroy, Jeanne Moreau.

Il film è diventato un cult-movie, ispirato dal brano omonimo di Elton John e per il quale Luc Besson ancora oggi tutti lo ricordano: uno degli exploit più devastanti ed influenti in assoluto. Prima di Nikita non c’era niente come Nikita, dopo è diventato uno standard, sia quanto a ritmo che come tipologia di storie e ambientazioni. Una teppista viene prelevata dalla galera e ammaestrata dal governo per fare il lavoro sporco, ma è un animale difficilissimo da contenere. La carta vincente è la contraddittorietà della protagonista, dolce e decisa, debole e spietata. Merito soprattutto della grande interpretazione di Anne Parillaud, carica di grande fascino.

 

Mercoledì 22 novembre 
OMAGGIO A GASTONE MOSCHIN, UN GRANDE ATTORE

ore 21,00  AMICI MIEI  di Mario Monicelli

con Ugo Tognazzi, Philippe Noiret, Gastone Moschin, Adolfo Celi

Una delle più belle e divertenti commedie all’italiana firmata dal grande Monicelli. Cinque amici ormai cinquantenni, ma rimasti ragazzi, sono pronti a improvvisare situazioni scherzose a Firenze e nei dintorni.  Un cult-movie della risata amara. Tra i mattatori l’indimenticabile attore Gastone Moschin recentemente scomparso.

 

Giovedì 23 novembre 
CINEMA, AMBIENTE & NUOVE SOSTENIBILITA’

ore 21,00  FOOD COOP  di Thomas Boothe e Maellanne Bonnicel -

evento speciale in anteprima esclusiva

Food Coop: la più bella esperienza sociale degli Stati Uniti arriva a Padova! Il film-documentario racconta la storia e la creazione di un supermercato dove i soci lavorano 4 ore al mese senza essere retribuiti ma potendo acquistare ottimi prodotti a prezzi super convenienti. Dall’esperienza newyorkese di Park Slope Food Coop, un’associazione fondata nel 1973 da un piccolo gruppo di vicini di casa che, in un quartiere povero, ha ideato il primo supermercato collaborativo e auto-gestito.

La proiezione sarà l’occasione per un incontro e un dibattito con chi sta portando questa realtà nella nostra città.

Ingresso posto unico: € 8,50 intero, € 7 ridotto tesserati.

 

Venerdì 24 novembre 
EVENTO SPECIALE DI TEATRO-CANZONE E CINEMA:
CONCERTO + FILM

- ore 21,00  Musica dal vivo con
PORFIRIO RUBIROSA FA SKIFFLE!

La stravagante band che vede in scena Porfirio Rubirosa (voce) insieme ad alcuni dei migliori musicisti del panorama vintage italiano: Alex Arcuri (The Smart Set), Francesco Sassanelli (Western Spaghetti), Andrea Zodio (Red Cadillac) e regia di Walter Comin.

Uno spettacolo di teatro e canzone nel quale monologhi all’insegna dell’understatement convivono con canzoni skiffle, suonate in acustico con strumenti fatti in casa e che consente allo spettatore di ascoltare esecuzioni musicali mai viste su un palco: contrabbassi costruiti con secchi di latta e manici di scopa, batterie composte da tavole da bucato, seghe musicali, bicchieri sonori, barattoli da caffè che emettono suoni. Prosa leggera, understatement dilagante, battute dissacranti, non-sense, per raccontare l'essere umano e il suo tragico e grottesco tentativo di sfuggire alla propria natura, al proprio destino.  Lo skiffle è un genere musicale con influenze jazzbluesfolk e country nato nella prima metà del ‘900 negli Stati Uniti. È considerato una specie di rock and roll "degli inizi"; prese piede negli anni ’50-‘60 in Inghilterra sulle rive del fiume Mersey (fiume che attraversa Liverpool).

A seguire il film: 

- ore 22,15  I BEATLES  in  HELP! (Aiuto!)  di Richard Lester

con John Lennon, Ringo Starr, Paul McCartney, George Harrison.

Un rocambolesco road movie che diventa un ottimo pretesto per far ascoltare le più belle canzoni dei Beatles. Un anello che appartiene ai seguaci della sanguinaria dea Kaili finisce per sbaglio al dito della mano destra di Ringo Starr… Inizia così da Londra una caccia all’anello che passa per le innevate Alpi austriache e finisce al caldo del mare delle Bahamas. E’ il secondo film di Lester girato con i Beatles,  un classico nel suo genere.

Per questa serata ingresso (concerto+film): € 8,50 intero, € 7 ridotto tesserati.
 

Mercoledì 29 novembre
TRA CINEMA E STORIA

IL FILM CENSURATO CHE GLI ITALIANI NON DOVEVANO VEDERE

ore 21,00  OMAR MUKHTAR - IL LEONE DEL DESERTO

di Moustapha Akkad

con Oliver Reed, Gastone Moschin, Anthony Quinn, Irene Papas, Rod Steiger

Il film, ritenuto dalla critica memorabile per la ricostruzione storica e le scene di battaglia, racconta la vita del condottiero libico Omar al-Mukhtar che si batté contro il Regio Esercito italiano e che venne catturato dalle truppe fasciste e impiccato. Si raccontano le deportazioni delle popolazioni, le distruzioni del bestiame, la costruzione del reticolato di 270 km e dei campi di concentramento ordinati da Mussolini ed eseguiti dal Generale Graziani. La ribellione dei libici venne soffocata nel sangue. Le autorità italiane hanno vietato la proiezione e la distribuzione in Italia del film in quanto ritenuto “lesivo all’onore dell’esercito italiano”; lo si è potuto vedere soltanto a distanza di trent’anni. Il regista e produttore  siriano Mustafa Akkad è stato ucciso ad Amman in Giordania nel 2005 in un attentato kamikaze di terroristi di Al-Qāʿida.
  

Giovedì 30 novembre
JEANNE MOREAU, RICORDO DI UNA STAR

ore 21,00  QUERELLE DE BREST  di Rainer Werner Fassbinder

con Brad Davis, Franco Nero, Jeanne Moreau

Il film maledetto del regista tedesco. La storia si snoda nei bassifondi del porto, tra ladri, prostitute, assassini e amori omosessuali, alla ricerca della vera identità di Querelle. Lo stile è marcatamente antirealistico: il film fu girato interamente in teatro di posa, con scenografie espressionistiche e barocche con suggestioni falliche; la fotografia ne accentua l’innaturalezza esaltando i toni del rosso, voce fuori campo e dialoghi letterari. Il testo della canzone intonata da Lysiane è tratto dal componimento “La ballata del carcere di Reading” di Oscar Wilde.

 “Continuo a credere che l’ultima opera di Fassbinder, che lo si voglia o no, che la si deplori o no, avrà un giorno il suo posto nella storia del cinema”. (Marcel Carnè)

 

Mercoledì 6 dicembre
L’ARTE DEL CINEMA, IL CINEMA DELL’ARTE (cinema e pittura)

- ore 21,00  I GIORNI DEL CIELO  di Terrence Malick

con Richard Gere, Sam Shepard

La grande regia visiva di Malick è portata all’estremo in questo film degli inizi dove, dalla combinazione dei colori ai grandi paesaggi, ha trovato ispirazione nel famoso quadro “Il mondo di Cristina” dello straordinario pittore americano della gente Andrew Wyeth. Il film è un contrappunto fra l’ambiguità dei sentimenti e l’insidiosa doppiezza della natura, in una sorta d’iperrealismo che sublima in magica ballata i temi antichi dell’avventura e della fatica dell’uomo.

- ore 22,30  VAN GOGH  di Alain Resnais

Un documentario originale dove le opere pittoriche vengono riprese dalla macchina da presa come se fossero delle autentiche porzioni di realtà. Il film si svolge tra Nuenen, Parigi, Provenza e Auvers-sur-Oise attorno ad opere di Van Gogh. Resnais gioca sull’apparente difformità tra spazio pittorico e spazio cinematografico, il risultato è una geniale interpretazione dell’artista.

 

Giovedì 7 dicembre
L’ESTETICA E LA MORALE: IL CINEMA SECONDO JOSEPH LOSEY

ore 20,30  DON GIOVANNI  di Joseph Losey

con Ruggero Raimondi, Edda Moser, Kiri Te Kanawa

Il film capolavoro che Losey decise di girare a Vicenza, ricorrendo ad artifici tecnici per cui essa sembra essere una città situata in zona lagunare. Trasposizione del “Don Giovanni” di  Mozart che da Siviglia si sposta alle eleganti ville venete palladiane, creando un’impostazione scenografica di notevole fascino. Il mito di Don Giovanni, famoso gentiluomo e grande seduttore che calpesta ogni legge morale per appagare il suo spirito d’avventura e che finirà trascinato all’inferno dalla statua del difendere l’onore della figlia. Losey, uno fra i registi più legati al teatro e alla letteratura, rende con efficacia i risvolti morali e a volte anche tragici di quella che troppo spesso è stata considerata unicamente come “opera buffa” o “dramma giocoso”.

 

Mercoledì 13 dicembre

ore 20,30  “IO VOTO CORTO!” 

Rassegna di CORTOMETRAGGI INEDITI e presentazione del progetto per la creazione di un mercato per il cortometraggio, in modo da renderlo un contenuto multimediale conosciuto ed apprezzato al pari dei film di lungometraggi e delle serie televisive.

In collaborazione con Artex Film e Scuola Permanente di Cinematografia di Padova-Promovies. 

 

Giovedì 14 dicembre
L’ESTETICA E LA MORALE: IL CINEMA SECONDO JOSEPH LOSEY

ore 21,00  IL SERVO  di Joseph Losey

con Dirk Bogarde, Harold Pinter, Sarah Miles

Un capolavoro di regia e di sceneggiatura che vede insieme Losey ad Harold Pinter. Il cameriere di un giovane, ricco ma debole di carattere, fa in modo che il padrone si innamori di una prostituta spacciandola per sua sorella. Scoperta la verità l'uomo li caccia, ma poco dopo, solo e infelice, lo riassume. Il cameriere prende sempre più potere su di lui, fino a ridurlo ad una semplice presenza. Un saggio sui rapporti di classe, nel quale l'atmosfera di sfascio e di decadenza è resa con uno stile di grande maestria cinematografica.

 

Mercoledì 20 dicembre 
L’ARTE DEL CINEMA, IL CINEMA DELL’ARTE (cinema e pittura)

ore 21,00 “LE DONNE ARTISTE” - Incontro con l’autrice Patrizia Castagnoli e presentazione del libro “E oltre”, la vita di una pittrice italiana di talento

A seguire: CAMILLE CLAUDEL 1915  di  Bruno Dumont

con  Juliette Binoche, Jean-Luc Vincent  - inedito in Italia 

(versione originale francese con sottotitoli in inglese).

Il film racconta la tormentata vita dell’artista francese internata per 28 anni. Nel febbraio del 1915, a causa della guerra, viene trasferita in un istituto religioso, il manicomio Montdevergues Montfavet vicino ad Avignone dove si troverà circondata da pazienti molto gravi. Camille Claudel non si era mai ripresa dalla rottura del suo legame passionale con lo scultore Rodin, sviluppando una mania di persecuzione e accusandolo di avere provocato la sua decadenza. Solo suo fratello Paul le farà visita fino alla morte, ma non farà niente per farla uscire preso dalla sua crescente fama. Il film mostra l’incontro di due follie, quella nevrotica e paranoica di Camille e quella mistica di Paul Claudel, scrittore borghese illuminato dalla scoperta di Rimbaud e dalla fede in Dio.
  

Giovedì 21 dicembre
Serata Speciale a doppio programma

L’ESTETICA E LA MORALE: IL CINEMA SECONDO JOSEPH LOSEY

- ore 20,00  MESSAGGERO D’AMORE  di Joseph Losey

con Julie Christie, Alan Bates

Tratto dal romanzo “L’età incerta” di L. P. Hartley, uno dei migliori film di Losey. vinse come miglior film al Festival di Cannes nel 1971.  Inghilterra, estate del 1900. Leo, un bambino di tredici anni, trascorre le vacanze nella tenuta di campagna di un amico. Qui l'aristocratica Marian ha una storia d'amore con il fattore Ted e i due amanti si servono di lui per scambiarsi appuntamenti e lettere appassionate. Il conformismo e l’ipocrisia della società avranno però il sopravvento e anche la personalità di Leo ne verrà segnata irrimediabilmente.

OMAGGIO A GASTONE MOSCHIN, UN GRANDE ATTORE

- ore 22,00  I MAGI RANDAGI  di Sergio Citti 

con Gastone Moschin, Rolf Zacher, Silvio Orlando.

Un film originale e di rara poesia, tratto da “Porno-Teo-Kolossal” soggetto inedito di Pier Paolo Pasolini, divertente e grottesco, che contiene inoltre un omaggio nell’omaggio: la madonna partorisce il nuovo bambin Gesù proprio nel luogo in cui venne assassinato Pasolini nel 1975. Tre artisti di circo, senza circo e senza animali girano i paesi facendo uno spettacolino grottesco: ognuno di loro imita un animale coi relativi significati fino ad accettare di fare i Re Magi in un presepe vivente….




BENVENUTOPROGRAMMAZIONESCHEDE FILM